Pescara

 

Morte Daniele Becci, il cordoglio di Confartigianato

Daniele Becci

“Profondo cordoglio” da parte di Confartigianato Abruzzo per la scomparsa di Daniele Becci, morto in serata all’ospedale di Pescara.

“E’ una notizia che lascia senza parole, una vera tragedia che colpisce tutta la regione – si legge in una nota – Becci era un grande imprenditore ed un grande uomo, che si è sempre impegnato, con passione e dedizione, per far sì che Pescara e l’Abruzzo potessero crescere. Lascia un vuoto incolmabile. Il presidente, il direttore, tutto il direttivo di Confartigianato Abruzzo e tutte le associazioni provinciali si stringono al dolore dei familiari”.

Confartigianato plaude alla nascita della Camera di Commercio Chieti Pescara

Daniele Becci

“Un ente importante con dei numeri importanti, che raccoglie la parte più produttiva dell’Abruzzo ed una tra le più importanti d’Italia. Siamo sicuri che il neoeletto presidente Daniele Becci proseguirà l’ottimo lavoro svolto a Pescara, fatto di condivisione, collaborazione e risultati importanti”. Lo afferma il presidente di Confartigianato Abruzzo, Luca Di Tecco, a proposito della nascita della nuova Camera di Commercio Chieti Pescara, frutto della fusione dei due enti camerali, e dell’elezione del presidente Daniele Becci, per anni alla guida dell’ente pescarese.

Secondo Di Tecco, Becci, eletto con 31 voti su 32 presenti, “a Pescara ha reso l’ente una Camera di Commercio di cristallo, trasparente, dove tutti sono stati protagonisti nel percorso finalizzato al futuro delle imprese. Siamo convinti – aggiunge il presidente di Confartigianato – che, come ha già fatto, continuerà a dare spazio e voce alle associazioni di categoria”.

Nel nuovo Consiglio della Camera di Commercio Chieti Pescara per Confartigianato ci sono Giancarlo Di Blasio, presidente dell’associazione pescarese, e Giovanna Di Tella, funzionaria dell’associazione chietina. “Con una figura politica, Di Blasio, ed una figura tecnica, Di Tella – sottolinea il presidente di Confartigianato Abruzzo – la nostra associazione sarà rappresentata nel migliore dei modi nel nuovo ente camerale: verrà riconosciuto il suo ruolo importante di rappresentanza del tessuto economico ed avrà voce in capitolo nelle decisioni riguardanti il futuro delle imprese”.

“A Becci e a tutto il Consiglio camerale – conclude Di Tecco   – porgo i migliori auguri di buon lavoro da parte di tutta Confartigianato Abruzzo”.

IMPRESE: D’ALFONSO INCONTRA IL DIRETTIVO DI CONFARTIGIANATO PESCARA

d'alfonso

“L’artigianato che funziona rende attrattivo il territorio”
Il governatore invita a fare proposte e annuncia un nuovo incontro prima di Natale

Pescara, 12 dicembre – Il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, incontra il direttivo di Confartigianato Pescara, in carica da poco meno di un anno, per fare il punto della situazione sullo stato di salute e sulle esigenze dell’artigianato sul territorio provinciale. «Una rete di artigianato che funziona – dice il governatore in apertura del confronto – rappresenta la precondizione per rendere attrattivo il territorio: la presenza delle imprese artigiane fa la compiutezza della gradevolezza territoriale».

d'alfonso

All’incontro, che si è svolto ieri pomeriggio nella sede dell’associazione, a Pescara, hanno preso parte i vertici di Confartigianato con i referenti delle diverse categorie, espressione del mondo dell’artigianato, del commercio alimentare e del commercio non alimentare, oltre ai pensionati.

Dopo una breve analisi dei numeri di Confartigianato Pescara da parte del direttore provinciale Fabrizio Vianale – più di 2.000 imprese associate, di cui oltre 400 nel settore del commercio alimentare e non alimentare, e più di 500 pensionati – sono stati toccati diversi temi, a partire dai trasporti e dal turismo. «C’è bisogno di un’operazione di marketing territoriale – ha detto Vianale a D’Alfonso – accompagnata dalla promozione della cultura dell’accoglienza, magari creando una vera e specifica formazione turistica, anche prevedendo degli incentivi fiscali per chi attiva determinati percorsi».

Sul fronte dei trasporti, al governatore è stato consegnato un documento relativo ai costi delle autostrade A24 e A25, per le quali si chiede una doppia tariffazione per agevolare gli autotrasportatori che operano in regione, alla sicurezza delle due autostrade gestite da Strada dei Parchi e allo sviluppo dei porti ai fini del trasporto intermodale.

Dal canto suo, D’Alfonso, ascoltando le istanze degli artigiani, ha sottolineato l’importanza della futura istituzione della Zona franca urbana (Zfu) a Pescara e della Zona economica Speciale (Zes) in Abruzzo. Il governatore si è inoltre detto disponibile a promuovere un nuovo incontro, prima di Natale, cui prenderanno parte anche il direttore del Dipartimento della Regione competente su artigianato e industria, il presidente della Fira, quello di Abruzzo Sviluppo e quello dell’Arap.

«Scriveremo l’agenda dell’artigianato a quattro mani – ha detto il presidente di Regione – ma vi chiedo di mettere sul tavolo delle idee che provengano dal vissuto concreto delle imprese. Vi sfido a fare propose concrete e io con i miei uomini verrò qui a raccoglierle. La mia idea è che l’artigianato riesca a mettere in campo un prodotto diffuso, che porta anche una ricaduta occupazionale. La differenza tra oggi e 30 anni fa è che ora si può fare una scrittura delle regole a quattro mani. Però – ha concluso il governatore – servono idee e proposte».

>> COMUNICATO STAMPA <<

MALTEMPO: CONFARTIGIANATO COMMERCIO, PESCARA SI È FATTA TROVARE DI NUOVO IMPREPARATA

maltempo

Pescara, 15 novembre – “Un’ondata di maltempo ampiamente preannunciata, seppur straordinaria, ha paralizzato Pescara. Scuole chiuse, strade e sottopassi allagati, negozi vuoti o costretti a chiudere, disagi ovunque: sono questi gli effetti della pioggia delle ultime ore. Le condizioni climatiche stanno cambiando drasticamente e le nevicate, più o meno intense, sono ormai un appuntamento annuale. Ci chiediamo cosa potrebbe accadere nel caso di un’ondata di maltempo peggiore di quella in corso”. Lo afferma il presidente di Confartigianato Commercio Pescara, Massimiliano Pisani.

“Assistiamo costantemente ad annunci della politica relativi ad interventi da centinaia di migliaia di euro per il miglioramento e la messa in sicurezza di strade e sottopassi – sottolinea il presidente di categoria – ma, di fatto, ogni volta che piove Pescara si allaga e diventa una città paralizzata, con tutti i rischi che ne conseguono per l’incolumità dei cittadini e danni al tessuto economico. Probabilmente è necessario concentrarsi sulla manutenzione ordinaria: nelle strade della città ci sono buche che rischiano di diventare ‘maggiorenni'”.

Confartigianato Commercio auspica anche l’introduzione di “sistemi di comunicazione più efficienti in caso di emergenze, per avvisare la cittadinanza circa la chiusura di strade e scuole ed evitare il caos cui si assiste sempre in tali circostanze, come avvenuto anche in questo caso”.

>> COMUNICATO STAMPA <<

ESTATE 2017, CONFARTIGIANATO PESCARA: BILANCIO STAGIONE TRA LUCI E OMBRE

estate 2017

“Ora decoro urbano, delibera su prodotti locali, città accessibile e creazione ente fiere”

Pescara, 6 ottobre «Pescara chiude la stagione estiva e turistica 2017 tra luci e ombre: presenze e incassi negli esercizi commerciali in calo a giugno e luglio, solita ripresa di agosto, dovuta principalmente all’abbassamento dei costi dell’offerta, dei prodotti, dei servizi e dei pacchetti turistici». A tracciare il bilancio dell’estate è Confartigianato Imprese Pescara, che parla di una «stagione a doppia velocità». L’associazione, che tira le somme dopo aver ascoltato pareri e resoconti degli associati operanti nel settore del commercio, definisce «positivi» gli sforzi dell’amministrazione comunale, ma sottolinea che «bisogna fare di più» e lancia una serie di proposte per «rendere Pescara una città davvero turistica».

«Apprezziamo gli sforzi dell’amministrazione comunale – affermano il presidente di Confartigianato Pescara, Giancarlo Di Blasio, e quello della categoria Commercio, Massimiliano Pisani – Le iniziative promosse, come le due notti bianche, hanno stimolato il turismo e contribuito ad aiutare il commercio».

«Bisogna comunque fare di più per rendere appetibile la città – aggiungono – In primo luogo in materia di decoro urbano: seppur arrivata al termine della stagione, ben venga l’istituzione e del Nucleo anti degrado della Polizia municipale che, sperando non si tratti solo di un palliativo, potrebbe essere utile alla sicurezza cittadina, al commercio e al turismo».

Secondo l’associazione serve anche altro: Di Blasio e Pisani rilanciano la proposta di una delibera per far sì che almeno il 70% dei prodotti in vendita in centro sia abruzzese, come avvenuto in altre città, tra cui Firenze. «Significherebbe mettere dei limiti alle multinazionali, che non reinvestono sul territorio – sottolineano i due presidenti – favorendo le piccole imprese e l’artigianato locale. Sarebbe opportuno rendere più rigidi i requisiti per l’apertura di nuove attività e ripristinare una sorta di ‘numero chiuso’ per le licenze, così come è necessario stabilire dei requisiti per la figura di “operatore turistico professionale”. Tutto questo fermerebbe il flusso incontrollato di negozi ed attività improvvisate e consentirebbe di costruire un’identità pescarese».

«È arrivato il momento, inoltre, come ha già fatto Milano – aggiungono Di Blasio e Pisani – di rendere Pescara una città a “barriere architettoniche zero”, fattore che, oltre a rappresentare uno slancio di civiltà, consentirebbe di aumentare il fatturato delle attività».

Confartigianato propone poi la creazione di un ente fiere, per iniziative da ospitare nelle aree di risulta, una volta riqualificate. «Sono aree perfette per aprirsi al mercato fieristico – osservano – Basta considerare che, in una città come Pescara, per una fiera professionale si registrerebbe una media di 60mila presenze a settimana. La città ha tutte le carte in regola per ospitare fiere internazionali di livello. Al Comune chiediamo di lavorare sulla creazione di un ente fiere, perché, in questo modo – concludono Di Blasio e Pisani – Pescara potrebbe diventare realmente una città turistica, non solo d’estate, ma tutto l’anno».

>> COMUNICATO STAMPA <<

Sicurezza: il Colonnello Riscaldati incontra Confartigianato Pescara

sicurezza

Comandante provinciale Carabinieri e vertici associazione a confronto su temi sicurezza e abusivismo

Pescara, 22 settembre – Il colonnello Marco Riscaldati, comandante provinciale dei Carabinieri di Pescara, incontra i vertici provinciali di Confartigianato. Numerosi i temi al centro del confronto, a partire dalla questione sicurezza. Ma si è parlato anche di abusivismo e irregolarità nel settore, di crisi, di sviluppo e prospettive future, di mestieri tradizionali e di nuovi artigianati.

All’appuntamento con il colonnello, stamani, nella sede dell’associazione provinciale, hanno preso parte il presidente ed il direttore di Confartigianato Pescara, Giancarlo Di Blasio e Fabrizio Vianale.

I vertici dell’associazione di categoria hanno ricordato l’attenzione che Confartigianato pone da sempre sul tema della sicurezza. Si è parlato, in particolare, di sistemi di allarme e videosorveglianza, strumenti, su cui l’associazione ha da tempo avviato una campagna di sensibilizzazione, che garantiscono la sicurezza di imprenditori, commercianti e cittadini e che favoriscono il lavoro delle forze dell’ordine. Affrontati, inoltre, i temi degli illeciti e del lavoro nero, fenomeni che interessano anche l’artigianato pescarese.

Dal canto suo, il colonnello si è messo disposizione di Confartigianato, per lavorare in sinergia sui temi della sicurezza e della legalità.

«La mia presenza qui – ha detto Riscaldati – fa parte della serie di incontri che sono solito fare quando arrivo in un territorio. Sto conoscendo gli operatori economici della provincia. La realtà del territorio, d’altronde, passa attraverso le associazioni di categoria. Sono incontri positivi, perché chiariscono gli aspetti della realtà commerciale e anche sociale della provincia. Sono qui anche per capire come gli artigiani sono distribuiti sul territorio, quali siano le vocazioni principali e per verificare come progettare insieme in materia di sicurezza».

«Questo incontro ci fa estremamente piacere – ha detto il presidente di Confartigianato – perché dimostra la sensibilità dell’Arma nei confronti dei cittadini e degli operatori economici. Come associazione di categoria siamo da sempre vicini alle forze dell’ordine. Da tempo abbiamo avviato una campagna di sensibilizzazione sul tema della sicurezza. Nei mesi scorsi, ad esempio, abbiamo organizzato un evento sulla videosorveglianza dedicato agli impiantisti, così come stiamo promuovendo l’installazione di sistemi di allarme di qualità. In tal senso i temi dell’artigianato e della sicurezza sono strettamente legati».

«Purtroppo, complici la crisi economica e la pressione fiscale, il fenomeno dell’abusivismo interessa anche l’artigianato e sta crescendo in modo esponenziale – ha osservato il direttore Vianale – E’ nostra intenzione elaborare un progetto da presentare alla Prefettura, che coinvolga associazioni di categoria e forze dell’ordine, per accertare ed arginare gli illeciti».

Colonnello Riscaldati - Di Blasio - Vianale

Personal Branding, Marketing e Kickboxing: a Pescara un nuovo evento formativo/esperienziale

arti marziali e formazione

Innovazione formativa grazie alla lungimiranza degli artigiani del digitale. Un evento formativo/esperienziale denominato Marketing e Kickboxing (arti marziali e formazione) dalle ore 9 alle 11 circa aperto agli studenti delle scuole a partire dalla terza media ed agli imprenditori che vorranno partecipare previa registrazione entro giovedì 18.
L’incontro si svolgerà nella sala interna del ring, ed i presenti dovranno essere senza scarpe.
Giovanni Cauti, Presidente provinciale di Confartigianato Ict, già  docente esterno nell’indirizzo dei Servizi Commerciali per il Marketing e commercio elettronico presso l’IPSIAS Di Marzio Michetti, affronterà la personale vision di due professionisti, Fabrizio Bergamini / Christian Iacobucci in una digressione attraverso tre sistemi di comunicazione paralleli (alunni, kickboxer, azienda).
Sarà presente anche la 1^ classe dei Servizi Commerciali dell’IPSIAS “Di Marzio Michetti”, nel quale Confartigianato imprese pescara è partner.

Per maggiori informazioni: Giovanni Cauti – Tel: 349.2541382 – Mail: fotocosi@hotmail.it

ALLARME CRIMINALITÀ A PESCARA, È EMERGENZA SENZA FINE

allarme criminalità

Confartigianato: “Città deserta dal tramonto. Situazione ingestibile, commercio ko. Servono subito soluzioni”

Pescara, 11 aprile“Pescara città deserta dopo il tramonto: portici invasi da senzatetto e abusivi di ogni genere, piazza salotto meta di bancarelle oltre ogni legalità, accattonaggio continuo e ossessivo, turisti e cittadini costretti a guardarsi le spalle appena percorrono le vie secondarie, marciapiede del lungomare completamente invaso da bancarelle e camioncini e perfino appartamenti occupati abusivamente da persone senza controllo abbandonate dagli enti preposti”. A scattare la fotografia della questione sicurezza a Pescara sono il presidente di Confartigianato Commercio Pescara, Massimiliano Pisani, ed il presidente provinciale di Confartigianato, Giancarlo Di Blasio, che tornano a lanciare l’allarme e sottolineano che “a fare le spese di questa situazione sono cittadini e commercianti, i quali sono costretti a difendere anche fisicamente le proprie attività”.

“Sempre più frequenti le aggressioni – aggiungono – soprattutto nelle ore serali. Le attività commerciali cercano in ogni modo di garantire un servizio adeguato al cittadino e al turista, ma purtroppo sono sempre di più quelli che rinunciano, con il risultato che molti esercizi chiudono al calare del solo pur di evitare tragiche conseguenze, come avvenuto a Budrio o a Milano”.

“Il risultato – proseguono Pisani e Di Blasio – è una città deserta nelle ore notturne. Senza considerare i rischi per quanto riguarda il terrorismo, dato che, a quanto pare, il piano antiterrorismo in città ha determinato solo lo spostamento di quattro vasi ornamentali a protezione delle vie principali. Non mi stancherò mai di ringraziare le forze dell’ordine, che fanno il possibile e che, nonostante le carenze di personale, danno il cuore per mantenere la legalità in città, esponendosi in prima persona a pericoli di ogni genere, ma la situazione ormai è ingestibile”.

Confartigianato torna quindi a chiedere “un immediato aumento di uomini e mezzi a Pescara, la presenza di camper della polizia e della polizia municipale nelle vie principali della città, il rispetto delle ordinanze anti accattonaggio e la presenza di rappresentanti delle associazioni di categoria nei tavoli di programmazione, per dare un contributo concreto”.

SCARICA COMUNICATO STAMPA

Workshop – Utilizzo di Android per lavoro, social, digitalizzazione

android

Confartigianato Imprese Pescara organizza un workshop dal titolo “Utilizzo di Android per lavoro, social, digitalizzazione” il giorno 25 febbraio dalle ore 09:00 presso Via Marco Polo, 40 a Pescara.

Il workshop verterà sul sistema android nello smartphone per capire come poter interagire con il proprio pc, con altri smartphone o tablet, sull’interazione con la rete attraverso il proprio smartphone, per navigazione o uso delle caselle di posta e su come lo smartphone android possa utilzzare le applicazioni già installate, sfruttando anche il cloud.

Relazionerà Giovanni Cauti, Presidente Confartigianato Digitale Pescara

Per informazioni: 085.61354 – 085.63889 – info@confartigianato.pe.it

SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO

CONFARTIGIANATO PESCARA: VIANALE NUOVO DIRETTORE

fabriziovianale

Nominato dal consiglio direttivo, prende il posto di Gagliardi: “Momento difficile, massimo impegno per uscire da crisi”

Fabrizio Vianale è il nuovo direttore generale di Confartigianato  Pescara. Prende il posto di Nunzio Gagliardi, segretario dell’associazione di categoria per due mandati ed otto anni. Lo ha deciso il Consiglio direttivo di Confartigianato provinciale, riunito ieri pomeriggio nella sede di via Marco Polo.

Vianale, 45 anni, pescarese, è stato assunto nel 2005 dal Confidi del sistema Confartigianato e poi, nel 2009, in Confartigianato Imprese Pescara. E’ responsabile Categorie, cioè si occupa dei servizi alle imprese e della gestione delle relazioni sindacali, coordinatore provinciale dell’Associazione nazionale anziani e pensionati (Anap), coordinatore regionale di Confartigianato Trasporti dal 2013, componente effettivo della Commissione di esame provinciale dei trasporti per il conseguimento della capacità professionale del 2015 e componente supplente del Comitato di Intervento per le crisi aziendali e di settore (Cicas). Dal 2016 è anche amministratore delegato di Confartigianato Pescara Servizi srl.

“La situazione congiunturale continua a non essere favorevole – commenta Vianale subito dopo la nomina – ma Confartigianato ha una spina dorsale molto forte: abbiamo un presidente di assoluta qualità e il Consiglio direttivo è composto da imprenditori di alto profilo. Sono certo che con questi dirigenti e con il lavoro che verrà portato avanti riusciremo a superare la crisi”.

“A mio avviso – aggiunge – l’associazione deve incidere sulle politiche del territorio e sulle scelte economiche. L’Abruzzo non può più prescindere dal turismo. Un turismo diverso da quello del Salento, area fino a dieci anni fa sconosciuta, e da quello della riviera romagnola. Un turismo – osserva il neo direttore – che punti sul mix di mare e montagna, con il potenziamento di tutti i collegamenti e con lo sviluppo dell’aeroporto, promuovendo azioni di marketing territoriale, in Italia e all’estero. In tal senso è fondamentale che le piccole e medie imprese dell’artigianato e del commercio siano al centro delle decisioni del Comune e della Regione, soprattutto per quanto riguarda la fiscalità favorevole e la riduzione della burocrazia locale. E’ inoltre fondamentale potenziare gli uffici e l’assessorato dedicato al turismo, creando, al contempo, punti turistici di accoglienza strategici, con la valorizzazione di porto, aeroporto e stazione”.

“Un ringraziamento – conclude Vianale – va al presidente Giancarlo Di Blasio per l’impegno profuso quotidianamente e per la fiducia accordatami, riconoscimento del mio lavoro al servizio dell’associazione. Il mio ringraziamento va anche a Nunzio Gagliardi, che per otto anni ha svolto il ruolo di direttore con passione, dedizione e professionalità”.