Ebrart Abruzzo, i nuovi contributi per titolari e dipendenti

Nel Regolamento dell’Ente Bilaterale dell’Artigianato Ebrart Abruzzo sono apparse le ultime novità in tema di prestazioni contributive. Per ottenere ottenere i contributi i titolari delle aziende iscritte e i dipendenti possono inoltrare la domanda all’Ente Bilaterale, se è soddisfatto il requisito della pregressa regolarità contributiva di 12 mesi. L’Ente inoltre, verificherà l’idoneità della documentazione che potrà essere trasmessa a mezzo Pec o inviata per mail, in due distinti periodi:

– entro il 31 ottobre di ciascun anno per gli eventi accaduti nel primo semestre dell’anno in corso e con domanda presentata entro il 31 luglio;

– entro il 31 marzo dell’anno successivo per gli eventi accaduti nel secondo semestre dell’anno precedente, con domanda presentata entro il 31  gennaio.

Tutte le prestazioni saranno erogate nel limite di disponibilità delle risorse, stabilite dal comitato di gestione. Esse saranno erogate al netto di ritenuta fiscale. Per le aziende neocostituite si può richiedere la prima prestazione dopo 6 mesi dalla costituzione e conseguente inizio di regolare contribuzione.

Quali sono le novità del 2022?

OCCUPAZIONE AGGIUNTIVA

In tema di occupazione aggiuntiva il Fondo erogherà un contributo non più di 1.200 euro, bensì di 1.500 euro per ogni lavoratore assunto a tempo indeterminato (aggiunto alla forza lavoro esistente). Nel caso di trasformazione del contratto da tempo determinato a tempo indeterminato, invece, resta il contributo di 500 euro per dipendente. Il contributo viene erogato per ciascun lavoratore, nominativamente individuato.  Sono previste inoltre 500 euro alle aziende senza dipendenti, il cui titolare presenti determinati requisiti (età inferiore ai 35 anni, oppure sia donna, oppure diversamente abile) e che assuma per la prima volta lavoratori dipendenti, a condizione che mantenga il lavoratore in azienda per almeno per 12 mesi.

ANZIANITA’ PROFESSIONALE AZIENDALE

Nel nuovo Regolamento viene introdotto un contributo allo scopo di premiare la professionalità dei lavoratori. Il fondo interviene ad erogare provvidenze a favore dei dipendenti che abbiano compiuto almeno 12 anni di anzianità di servizio presso la stessa   impresa ininterrottamente.

La trasformazione giuridica, il trasferimento e la cessione dell’impresa non interrompono la maturazione dell’anzianità di servizio. Per il dipendente che ha maturato una anzianità di servizio uguale o superiore a 12 anni presso la  stessa impresa è previsto il contributo dell’anzianità professionale aziendale. Tale contributo sarà pari, nella massima misura, a € 500,00 una tantum nel corso della vita lavorativa del dipendente.

CONTRIBUTO SOSTEGNO FAMIGLIE CON DISABILI

Il Fondo interviene a sostegno dei dipendenti genitori di figli portatori di handicap. In questo caso si riconosce un contributo di € 600,00 annui per n.1 figlio disabile, e di € 1.000,00 annui in caso di più figli disabili. Per avere diritto alla domanda si richiede un ISEE non superiore ad € 30.000,00.

Novità a decorrere dal 1° settembre 2022:

CONTRIBUTO ASILO NIDO

CONTRIBUTO SPESE DI VIAGGIO

Non subiscono variazioni le prestazioni già precedentemente erogate per:

INNOVAZIONE TECNOLOGICA; RISTRUTTURAZIONI AZIENDALI PER RISANAMENTO AMBIENTALE E MESSA A NORMA IMPIANTI AI FINI DELLA         SICUREZZA; CERTIFICAZIONE DELLA QUALITA’; DEPOSITO BREVETTI;

ASSEGNO DI STUDIO;

SUSSIDIO TESTI SCOLASTICI;

FORMAZIONE PER LE IMPRESE.

Per tutte le informazioni o per inoltrare la domanda, aziende e dipendenti possono rivolgersi alla Territoriale di Confartigianato competente o alla Federazione regionale (tel 351.9060888).